Azienda ceralicola di modesta superficie (circa 33 ha di cui quasi 16 a bosco) ha scelto la via del biologico in tempi pionieristici (fin dal dal 1996), ma soprattutto è stata –ed è tuttora- un laboratorio di multifunzionalità in continua evoluzione.
Niccolò nonostante studi umanistici e non tecnici, è autenticamente contadino, cioè conoscitore ed amante del mondo rurale e del suo spirito. Niccolò ascolta e racconta le note tecniche sulle corrette pratiche agronomiche con la stessa precisa attenzione con cui descrive gli episodi della saggezza contadina. Come ogni vero contadino, Niccolò, conserva sempre lo sguardo rivolto alle parole della natura e soprattutto ai sussurri del “suo” bosco, quella parte del Bosco di Riazzolo circoscritta nei confini aziendali, che faticosamente sopravvive, relitto degli antichi boschi planiziali della nostra pianura, purtuttavia ancor ricco di energia vitale e magica.
Alla Forestina si può sempre scoprire un pezzo della storia agricola e rurale del milanese, quasi un “bigino” aperto su epoche diverse che rivivono, ad esempio, nella mostra permanente di Federica Galli (“il bosco della memoria”: acqueforti che raffigurano gli angoli secolari del Bosco di Riazzolo), così come nel calpestio delle foglie autunnali che accompagna il visitatore che ripercorre il “sentiero virgiliano”: percorso ideato da Niccolò studiando gli scritti del grande poeta latino.
Nel bosco si incontrano poi rogge gorgoglianti, alberi ed arbusti autoctoni, ma anche i recinti di allevamento semibrado, ove le mucche sono Varzesi, razza in via di estinzione, presidio di slow food per la loro carne e tra gli avicoli troviamo il “pollo milanino” e le galline “Mericanel” della Brianza, reintrodotte grazie ad un progetto di studio dell’Università di Milano.
Alla Forestina si trova anche molto della presenza delle persone che vi lavorano e vi transitano: nei prodotti del grande orto biologico, nelle sperimentazioni in pieno campo, condotte sempre con metodo biologico, nei continui incontri e confronti tra agricoltori o letterati, scienziati o politici… ci sono sempre le persone del mondo rurale con le loro storie e le loro fatiche. Qui si svolgono campi universitari di ricerca o campi di volontariato internazionale (da Legambiente agli Scouts) ed è intensa l’attività educativa (ambientale e rurale), culturale … e ancora sociale.
Qui si svolgono concerti, si organizzano serate musicali a tema, si svolgono dibattiti sullo sviluppo sostenibile del territorio e sul ruolo dell’agricoltura.
Descrivere i servizi che la Forestina offre non dice tutto: dalle accoglienti camere ove godere dell’ospitalità rurale, alla semplice e calorosa locanda ove partecipare ad una cena festosa o condividere la gioia di un matrimonio, resta sempre qualcosa da scoprire.

Orari di Apertura

Lunedì

-

Martedì

-

Mercoledì

-

Giovedì

-

Venerdì

-

Sabato

-

Domenica

-

Indirizzo

Il nosto indirizzo:

Cascina Forestina, 20080 Cisliano (MI)

Contact Owner